PDA

Visualizza versione completa : Colonscopia e lavoro


chiccabum
20-06-12, 10:41
Ho prenotato per luglio la colonscopia presso l'ospedale Sacco, propedeutica alla presa in carico dal loro centro MICI (Mi han detto che quella di novembre 2011 pre cortisone Ŕ troppo datata).
Mi han detto che Ŕ un esame che NON viene fatto in day-hospital, e che se voglio, il pomeriggio posso tornare in ufficio.
Ammesso che sia abbastanza vigile per farlo, per la mattina che voi sappiate devo prendere ferie o il fatidico cartoncino rosso che dichiara la malattia cronica mi permette di avere permessi per la colon?

Adele
20-06-12, 10:54
Quando io devo fare la colonscopia faccio una richiesta al mio preside dichiarando che devo fare un esame diagnostico per una patologia cronica invalidante (questa è la dicitura che risulta dall'elenco ufficiale del ministero della sanità).
Con questa dichiarazione ho il giorno, senza nemmeno la decurtazione della Legge Brunetta.
Inoltre è sbagliato andare al lavoro il pomeriggio, addirittura il medico mi scrive di non guidare e di non restare sola nelle successive 24 ore.

chiccabum
20-06-12, 12:19
Non ci avevo pensato al dover stare attenta e NON guidare.
Ma varrà anche nel privato?

Adele
20-06-12, 12:24
La legge dice che si possono presentare fino a 3 certificati di privati in un anno, il quarto deve essere accompagnato dal certificato del medico curante dell'asl.

nun¨65
20-06-12, 19:00
In questi casi io parlo con il mio medico di base e mi faccio fare un certificato di malattia da lui, per un giorno!

Adele
20-06-12, 19:05
Per˛ facendo in questo modo si ha la decurtazione dello stipendio.

nun¨65
20-06-12, 19:07
Nel privato no Adele, non c'Ŕ nessuna decurtazione; forse nella pubblica amministrazione si!

F&V
21-06-12, 09:19
Per quanto riguada l'andare al lavoro o meno nel pomeriggio successivo la mattina in cui si è fatto l'esame endoscopico, dipende dalla sedazione somministrata durante l'esame stesso. Personalmente quando mi feci la colonscopia mi somministrarono il propofol ovvero la sedazione profonda che non permette nelle ore successive e quindi l'intera giornata di guidare autoveicoli o gestire macchinari, pertanto non andai al lavoro e il mio medico di famiglia mi fece il certificato di malattia.La decurtazione di una percentuale della paga relativa dalla 4 malattia in poi durante l'anno ho letto pareri contrastanti ma di certo personalemnte non so bene come funziona a breve come farò la pratica per avere l'invalidità civile per la mia RCU chiederò al sindacato lumi al riguardo anche circa questo argomento poi vi farò sapere nel dettaglio come funziona anche se già leggo che il discorso decurtazione è valido solo per i posti statali se non erro.

chiccabum
22-06-12, 11:03
Nel privato no Adele, non c'è nessuna decurtazione; forse nella pubblica amministrazione si!

Il CCNL del Commercio e turismo prevede le decurtazioni, ma mi pare, in effetti, fatte salve le giornate di malattia per diagnosi cronica.
Ora sento la mia dottoressa.

F&V
24-06-12, 09:53
Allora mi sono informato nel settore terziario CCNL pare che, dal 4° certificato, i giorni di malattia non sono retribuiti, questo è quello che mi ha riferito una mia collega di lavoro iscritta alla CISL.